mercoledì 24 agosto 2011

Navigando in altro mare

Cosa voglio io dal mare non lo so
forse voglio ricercare una risposta,
cosa spinge a navigare non lo so
so che voglio abbandonare questo porto

E rimetto in discussione la mia vita fino ad ora,
tutto quanto sembra nuovo se ti affacci dall'oblo',
e la gioia di approdare a un altro cuore
che ti aiuti a diradare quella nebbia che c'e' in te

Rit. Navigando in altro mare
dialogare con il mondo
il coraggio di partire
la paura di affondare
navigando in altro mare
avventura affascinante
l'altro mi apre le sue spiagge
io l'aspetto all'orizzonte

Lascio a terra quel mio guscio di certezze,
apro gli occhi allo stupore delle onde,
e respiro questo mare attorno a me
e lo temo quando il vento soffia forte

Un viaggio verso l'altro che talvolta fa paura
perche' il mare sai e' diverso dalla solita poltrona
ma non puoi restare a terra e non partire
l'altro chiama ed e' la vita che ti vuole tra le onde

1 commento:

  1. Ricordi dal Convegno Ponti e Arcobaleni - Roma... che anno era?

    RispondiElimina